Società

A otto anni dall’inizio delle attività, il Nola Città dei Gigli a.s.d. conserva lo spirito ambizioso e la necessità di alzare sempre l’asticella del traguardo da raggiungere che hanno contraddistinto questa giovane società fin dai suoi primi passi. Nata come società solo ed esclusivamente femminile, il Nola Città dei Gigli a.s.d. ha, negli ultimi due anni, ampliato i propri orizzonti sportivi fondando un settore maschile che sta crescendo di pari passo con le ambizioni societarie.

 

Il Nola Città dei Gigli a.s.d. nasce come Scuola di Pallavolo che, a partire dalla stagione 2011/2012, è stata insignita per due bienni consecutivi del “Marchio di Qualità (standard) per l’attività giovanile” (2010/2011 e 2012/2013) e del Marchio di Qualità d’Argento per l’attività giovanile (biennio 2014-2015) al pari di sole altre 50 realtà italiane di cui solo 5 campane, e del prestigioso riconoscimento quale “Scuola Federale di Pallavolo” (500 in tutta Italia). Il Nola Città dei Gigli a.s.d garantisce a tutti i suoi iscritti massima professionalità e competenza. Teatro dei corsi di Pallavolo aperti alle bambine e ai bambini, sono le rinnovate palestre dell’Istituto Comprensivo Bruno-Fiore di Nola, rinnovate, incurante della crisi, a proprie spese per stabilire un quartier generale stabile in cui far crescere le campionesse ed i campioni del domani dando vita ad un’importante sinergia tra pubblico e privato. Il frutto dell’accurato restyling della struttura per troppo tempo abbandonata a se stessa, è sotto gli occhi di tutti coloro che quotidianamente la colorano con entusiasmo e partecipazione.

 

Il 2007 è dunque l’anno della prima stagione di attività nel corso della quale il Nola Città dei Gigli a.s.d. fa esordire, a livello seniores, nel difficile campionato di serie D femminile, un nucleo di atlete classe ’92. Queste giovani donne, che qualche anno prima erano riuscite a centrare una qualificazione al tabellone finale del campionato under 16 nazionale, dopo un anno di apprendistato, senza ricorrere a radicali cambiamenti, conquistano una storica promozione in C.

La stagione 2010/2011, la prima nella massima serie Regionale, si chiude con una tranquilla salvezza suggellata poi con i primi contatti, concretizzatisi in tarda primavera, con Vulcano Buono spa, ‘McDonalds Vulcano Buono e Givova.

Un nuovo corso quello aperto nella stagione 2012/2013 in cui la squadra di Serie C sfiora un piazzamento playoff chiudendo con un ottimo 5° posto nel girone B.

 

Negli stessi anni, si forma nella fucina del Nola Città dei Gigli a.s.d. un altro gruppo di giovanissime atlete che nel 2010 conquistano il titolo di campione provinciale under 16 e le seguenti finali regionali e, due stagioni prima, la finalissima provinciale under 14, le semifinali regionali under 14 e la vittoria del campionato di II Divisione con conseguente promozione in I Divisione.
Questo fantastico gruppo, conosciuto ormai come quello delle “Piccole Pesti del Nola Città dei Gigli”, si aggiudica dunque anche il campionato di I Divisione, ottiene la promozione in D Giovanile, e arriva a sfiorare la finale provinciale del campionato under 16.

La crescita esponenziale di queste ragazze, sostenute con determinazione dal marchio McDonald’s, ha indotto il Nola Città dei Gigli a.s.d. ad accettare l’invito del Comitato Regionale della Fipav Campania nell’estate 2011 a prendere parte al nuovo campionato di serie C Under con una selezione composta da tutte atlete classe ’97 e ’98. Apparentemente un azzardo rivelatosi una scommessa stravinta alla luce del quarto posto finale ottenuto alle spalle delle migliori selezioni under 21 della Campania. Un antipasto speciale di quello che poi sarebbe accaduto di lì a poco con il trionfo totale delle “Piccole Pesti” nel Campionato Provinciale, Regionale ed Interregionale Under16 sfociato poi nella storica partecipazione alle Finali Nazionali Under 16 svoltesi a Chioggia nel maggio 2013 chiuso con un onorevolissimo 15° posto.

 

Queste due storie di crescita e successo si incontrano nella stagione 2013/2014, cambiando la storia del Volley Campano: il Nola Città dei Gigli a.s.d., presentando domanda di ripescaggio, partecipa al campionato di B2 Femminile puntando sulle atlete classe ’97-’98 sostenute ed arricchite dalle più esperte “nolane doc” classe ’92 per vivere un sogno ad occhi aperti: riportare il nome e i simboli della città di Nola al di fuori dei confini campani.

 

Il campionato di SerieB2 si è presentato come una sfida ardua e consapevolmente poco alla portata delle ragazze nolane appoggiate e sostenute da una società che intendeva offrire ai propri migliori talenti un’insostituibile possibilità di crescita umana e sportiva. E i frutti non sono tardati ad arrivare: le Piccole Pesti della McDonald’s Nola hanno infatti conquistato la promozione in Serie C Femminile con sole 3 sconfitte stagionali, ed il titolo di Campionesse Provinciali nel Campionato Under18 Femminile chiudendo la regular season con zero sconfitte e zero set subiti. Inoltre, questo gruppo ha partecipato, come unica rappresentanza del Sud Italia, all’Eurocamp 2014 tenutosi a Cesenatico, aggiudicandosi un non semplice secondo posto contro il Sassuolo ed uscendo imbattute contro realtà sportive come quelle Group Val D’Arno (2-0), Fornaci Pallavolo (2-0), Antoniana Bergamo (2-0), Brescia (2-0) e Union Vigonza Padova (2-0).

 

 

La stagione sportiva 2013/2014 segna anche un’altra importante novità senza precedenti nella storia della Società: dopo il successo ottenuto nella precedente stagione con l’apertura della Scuola Federale di Pallavolo ai bambini classe ’97-‘2007, si è deciso di creare una prima squadra maschile partecipante al Campionato Regionale di Serie D.

 

Ambizione e spazio ai giovani che ha trovato nell’azienda Molino Falco s.r.l. il sostegno necessario.
Sia la squadra di B2 femminile che la prima squadra maschile sono state sostenute dal marchio Primo, fiore all’occhiello dell’azienda Molino Falco s.r.l. che raccoglie dunque il testimone da Vulcano Buono spa che però, nonostante la crisi attraversata dalla grande impresa italiana, ha deciso di restare al fianco del Nola Città dei Gigli a.s.d. in qualità di Gold Sponsor, insieme a Givova, confermato sponsor tecnico.

 

 

Alle spalle di quelle che poi sono divenute le protagoniste della prima squadra in B2, si sono distinte le nuove leve in under 16 femminile, Prima Divisione Under 16 Femminile vincitrice del Campionato e promossa in Serie D Femminile, under 14 Femminile e Maschile, under13 Femminile ed under 12 Femminile e Maschile, sapientemente “allevate” a pane e volley dai tecnici qualificati della Scuola di Pallavolo del Nola Città dei Gigli a.s.d.

sponsorizzata da Mc Donald’s Nola, al fianco della Società dai suoi primi passi.

 

Oltre ai tanti successi sportivi, il Nola Città dei Gigli riesce nella non facile impresa di creare spazi di informazione e condivisione fino a quel momento sconosciuti al volley dilettantistico. Web, carta stampata, Tv e Radio, sono le grandi conquiste della giovane società nolana.

In un simile contesto si inserisce la realizzazione delle Mascotte ufficiali della Società, ‘Dado e Tai’ che accompagnano l’intera attività giovanile.

 

La scorsa estate la società, reduce dalla retrocessione dal campionato di B2, ha aperto un nuovo corso operando l’ennesimo cambio generazionale. Archiviato lo splendido ciclo delle atlete classe ’92, il Nola Città dei Gigli a.s.d. ha deciso di partecipare al campionato di serie C con il gruppo under 18 composto da atlete ’97, ’98, ’99 e ’00. Un “largo ai giovani” premiato dal marchio MaDonald’s che ha deciso di accompagnare il Nola Città dei Gigli a.s.d. in tutte le sue attività griffando prima squadra femminile, settore giovanile, squadra di pallavolo e prima squadra maschile. Quest’ultima, dopo i buoni risultati conseguiti in D, è stata ripescata in C facendo del Nola Città dei Gigli a.s.d. una delle poche società campane con due squadre, una maschile ed una femminile, nella massima serie regionale. Infine il Nola Città dei Gigli a.s.d. ha accettato l’invito della Fipav Campania gettando le basi per la creazione di un settore interamente dedicato al Sitting Volley (pallavolo da seduti) di fatto dando una chance a chi per via della disabilità spesso non si sente accettato dalla società.